Impresa in un Giorno
Città di Giugliano in Campania - Via A.Palumbo, 1
Requisiti




Requisiti



DAL GIORNO 15.05.2014 AI SENSI DELL'ART. 18 DEL VIGENTE REGOLAMENTO SUAP E' OBBLIGATORIO CORREDARE GLI ADEMPIMENTI E LE ISTANZE COL VERSAMENTO DI UN DIRITTO D'ISTRUTTORIA, SECONDO LE TARIFFE PRECISATE NELLA SEZIONE DIRITTI SUAP INTESTATI A COMUNE DI GIUGLIANO IN CAMPANIA SERVIZIO DI TESORERIA C/C POSTALE N° 22962807 CON CAUSALE DIRITTI D'ISTRUTTORIA SUAP

 

REQUISITI

L’esercizio dell’attività è subordinato al possesso dei seguenti requisiti:

A. requisiti soggettivi (per tutte le attività):

1. di moralità e onorabilità

2. professionali (ove previsto)

B. requisiti oggettivi (per le attività in sede fissa):

1. conformità dei locali alla normativa urbanistica ed edilizia

2. conformità dei locali alla normativa igienico-sanitaria

C. requisiti di sicurezza (per le attività in sede fissa)

1. conformità dell’attività alla normativa sulla sicurezza sui luoghi di lavoro
2. conformità dell’attività alla normativa di prevenzione incendi

D. requisiti ambientali (per le attività in sede fissa)
1. conformità degli scarichi alla normativa ambientale
2. conformità delle emissioni in atmosfera alla normativa ambientale
3. conformità dell’attività alla normativa di prevenzione dell’inquinamento acustico

 

TRASMISSIONE TELEMATICA DELLE PRATICHE SUAP

La trasmissione delle pratiche SUAP è disciplinata dall'allegato tecnico al DPR 160/2010 (art. 5 dell'allegato).

In sintesi, le pratiche devono essere trasmesse a pena di irricevibilità alla PEC del Suap (suap@pec.comune.giugliano.na.it). Tale indirizzo PEC è quello denunciato al portale del MI.S.E. (https://www.impresainungiorno.gov.it/web/guest/comune?codCatastale=E054).

Tutta la documentazione deve essere trasmessa in formato PDF firmato digitalmente con estensione P7M.

Ogni documento deve rappresentare un file e deve essere catalogato (come da istruzioni riportate nel modello distinta riepilogo)

I file PDF.P7M ottenuti devono essere raccolti in un fascicolo elettronico .ZIP da denominare secondo le istruzioni riportate nel modello distinta riepilogo.


ALLEGATI

Le pratiche SUAP devono essere corredate dalla seguente documentazione allegata alla scia/comunicazione/notifica/domanda con annessa scheda anagrafica (ove prevista):

ADEMPIMENTO

DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE











AVVIO NUOVA ATTIVITA’

1. adesione protocollo di legalità (SEMPRE OBBLIGATORIO)

2. autocertificazione antimafia resa ai sensi dell’art. 67 del D.Lgs. n. 159/2011 indicante i familiari/alloggiati maggiorenni conviventi. L’autocertificazione deve essere resa dal titolare dell’attività (in caso di imprese individuali), dai componenti del CdA, dai sindaci, dai procuratori, dai soci di maggioranza (nel caso di società), dal preposto/direttore tecnico (SEMPRE OBBLIGATORIO)

3. dichiarazione sostitutiva di certificazione di iscrizione alla CCIAA attestante la corrente composizione della compagine societaria, l'esistenza di sindaci, procuratori, il riparto delle quote sociali (DA PRODURRE SOLO IN CASO DI ATTIVITA' ESERCITATA IN FORMA SOCIETARIA)

4. autocertificazione possesso dei requisiti professionali (ove previsti) con indicazione delle informazioni necessari per l’effettuazione delle verifiche d’ufficio (es. numero registro e convalida rilasciati dalla regione) (SOLO OVE RICHIESTO DA NORME DI SETTORE, ES. SETTORE ALIMENTARE, ACCONCIATORI, ESTETISTI, AUTORIPARATORI)

5. relazione tecnica a firma di tecnico abilitato dei locali (DA PRODURRE SOLO OVE NON ESCLUSO DALLA MODULISTICA REGIONALE/NAZIONALE) recante:

  • descrizione caratteristiche costruttive dei locali

  • indicazione delle superfici destinate all’esercizio dell’attività, ai servizi e della superficie complessiva

  • data rilascio e nominativo impiantista che ha rilasciato le dichiarazioni conformità degli impianti presenti nei locali

  • indicazioni sulla conformità dei locali alla normativa urbanistica ed edilizia:

  • indicazione n. e data dei titoli abilitativi edilizi ei locali

  • indicazione n. e data certificato di abitabilità/agibilità dei locali/dichiarazione di agibilità

  • indicazione della destinazione d’uso assentita dall’Ente

  • indicazione coincidenza tra quanto accatastato e lo stato dei luoghi

  • indicazioni sulla conformità dei locali alla normativa igienico-sanitaria

  • indicazioni sulla conformità dell’attività alla normativa in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro con indicazione della data di adozione del DVR e del responsabile della sicurezza

  • indicazioni sulla conformità dell’attività alla normativa di prevenzione incendi

  • indicazioni sulla conformità dell’attività alla normativa ambientale relative:

  • alla tipologia degli scarichi prodotti dall’attività

  • alla presenza di emissioni in atmosfera e loro tipologia

  • alla di fonti di emissioni sonore e indicazione misure di prevenzione

  • descrizione ciclo produttivo/lavorazione (solo per le attività alimentari e le lavorazioni insalubri)

  • elencazione materie prime utilizzate, dei prodotti finiti e degli scarti di lavorazione (solo per le attività artigiane e per le lavorazioni insalubri)

  • elencazione delle attrezzature (solo per le attività artigiane e le lavorazioni insalubri)

  • descrizione modalità smaltimento dei rifiuti (solo per le attività artigiane e le lavorazioni insalubri)

  • rispondenza attività ai parametri (parcheggio, impatto urbanistico, occupazione, ecc) previsti dalla Legge Regione Campania 1/2014 (solo per Esercizi Speciali di Vendita di ingombranti, Medie e Grandi Strutture di vendita, Centri Commerciali ecc.)

6. planimetria quotata in scala 1/100 a firma di tecnico abilitato dello stato dei luoghi con lay-out di arredi, macchinari, attrezzature, deposito, servizi, il circuito degli scarichi e dell'approvvigionamento idrico (DA PRODURRE SOLO OVE NON ESCLUSO DALLA MODULISTICA REGIONALE/NAZIONALE)

7. autocertificazione/assimilazione/autorizzazione scarichi a quelli domestici (Regolamento Regione Campania n. 6/2013) (DA PRODURRE SOLO OVE NON ESCLUSO DALLA MODULISTICA REGIONALE/NAZIONALE)

8. documentazione (autocertificazione/comunicazione/perizia di tecnico abilitato in acustica) previsionale impatto acustico (DA PRODURRE SOLO OVE NON ESCLUSO DALLA MODULISTICA REGIONALE/NAZIONALE)

9. documentazione attestante la piena disponibilità dei locali (DA PRODURRE SOLO OVE NON ESCLUSO DALLA MODULISTICA REGIONALE/NAZIONALE)

10. notifica per la registrazione sanitaria Reg.CE 852/2004 art. 6 (SOLO PER IL SETTORE ALIMENTARE E LE ATTIVITÀ LA SANITÀ PUBBLICA VETERINARIA)

11. copia documento di riconoscimento del titolare/legale rappresentante e di tutti coloro che hanno rilasciato autocertificazioni apponendo firma autografa

12. procura speciale rilasciata all'intermediario per l'invio/sottoscrizione digitale dei documenti (o per il solo invio o per la sola sottoscrizione)

13. distinta riepilogo pratica (prevista dall'allegato tecnico al DPR 160/2010) in formato .XML

14. diritto d'istruttoria dovuto al SUAP da versare sul c.c.p. 22962807 intestato al comune di Giugliano in Campania . Servizio Tesoreria (di importo corrispondente alle vigenti tariffe comunali, pubblicate nella sezione "diritti SUAP" del sito) e dei diritti di istruttoria eventualmente dovuti da Enti terzi (es. ASL, ATO 2 Napoli Volturno, Regione Campania, Comando Provinciale dei VVF)









AVVIO PER SUBINGRESSO

1. adesione protocollo di legalità (SEMPRE OBBLIGATORIO)

2. autocertificazione antimafia resa ai sensi dell’art. 67 del D.Lgs. n. 159/2011 indicante i familiari/alloggiati maggiorenni conviventi. L’autocertificazione deve essere resa dal titolare dell’attività (in caso di imprese individuali), dai componenti del CdA, dai sindaci, dai procuratori, dai soci di maggioranza (nel caso di società), dal preposto/direttore tecnico (SEMPRE OBBLIGATORIO)

3. dichiarazione sostitutiva di certificazione di iscrizione alla CCIAA attestante la corrente composizione della compagine societaria, l'esistenza di sindaci, procuratori, il riparto delle quote sociali (DA PRODURRE SOLO IN CASO DI ATTIVITA' ESERCITATA IN FORMA SOCIETARIA)

4. autocertificazione possesso dei requisiti professionali (ove previsti) con indicazione delle informazioni necessari per l’effettuazione delle verifiche d’ufficio (es. numero registro e convalida rilasciati dalla regione) (SOLO OVE RICHIESTO DA NORME DI SETTORE, ES. SETTORE ALIMENTARE, ACCONCIATORI, ESTETISTI, AUTORIPARATORI)

5. copia atto pubblico attestante l’effettivo trasferimento della titolarità dell’azienda ai sensi dell'art. 2556 del codice civile)

6. notifica per la registrazione sanitaria Reg.CE 852/2004 art. 6 (SOLO PER IL SETTORE ALIMENTARE E LE ATTIVITÀ LA SANITÀ PUBBLICA VETERINARIA)

7. copia documento di riconoscimento del titolare/legale rappresentante e di tutti coloro che hanno rilasciato autocertificazioni apponendo firma autografa

8. procura speciale rilasciata all'intermediario per l'invio/sottoscrizione digitale dei documenti (o per il solo invio o per la sola sottoscrizione)

9. distinta riepilogo pratica (prevista dall'allegato tecnico al DPR 160/2010) in formato .XML 

10. diritto d'istruttoria dovuto al SUAP da versare sul c.c.p. 22962807 intestato al comune di Giugliano in Campania . Servizio Tesoreria (di importo corrispondente alle vigenti tariffe comunali, pubblicate nella sezione "diritti SUAP" del sito) e dei diritti di istruttoria eventualmente dovuti da Enti terzi (es. ASL, ATO 2 Napoli Volturno, Regione Campania, Comando Provinciale dei VVF)















TRASFERIMENTO SEDE

1. autocertificazione antimafia resa ai sensi dell’art. 67 del D.Lgs. n. 159/2011 indicante i familiari/alloggiati maggiorenni conviventi. L’autocertificazione deve essere resa dal titolare dell’attività (in caso di imprese individuali), dai componenti del CdA, dai sindaci, dai procuratori, dai soci di maggioranza (nel caso di società), dal preposto/direttore tecnico (SEMPRE OBBLIGATORIO)

2. dichiarazione sostitutiva di certificazione di iscrizione alla CCIAA attestante la corrente composizione della compagine societaria, l'esistenza di sindaci, procuratori, il riparto delle quote sociali (DA PRODURRE SOLO IN CASO DI ATTIVITA' ESERCITATA IN FORMA SOCIETARIA)

3. autocertificazione possesso dei requisiti professionali (ove previsti) con indicazione delle informazioni necessari per l’effettuazione delle verifiche d’ufficio (es. numero registro e convalida rilasciati dalla regione) (SOLO OVE RICHIESTO DA NORME DI SETTORE, ES. SETTORE ALIMENTARE, ACCONCIATORI, ESTETISTI, AUTORIPARATORI)

4. relazione tecnica a firma di tecnico abilitato dei locali (DA PRODURRE SOLO OVE NON ESCLUSO DALLA MODULISTICA REGIONALE/NAZIONALE) recante:

  • descrizione caratteristiche costruttive dei locali

  • indicazione delle superfici destinate all’esercizio dell’attività, ai servizi e della superficie complessiva

  • data rilascio e nominativo impiantista che ha rilasciato le dichiarazioni conformità degli impianti presenti nei locali

  • indicazioni sulla conformità dei locali alla normativa urbanistica ed edilizia:

  • indicazione n. e data dei titoli abilitativi edilizi ei locali

  • indicazione n. e data certificato di abitabilità/agibilità dei locali/dichiarazione di agibilità

  • indicazione della destinazione d’uso assentita dall’Ente

  • indicazione coincidenza tra quanto accatastato e lo stato dei luoghi

  • indicazioni sulla conformità dei locali alla normativa igienico-sanitaria

  • indicazioni sulla conformità dell’attività alla normativa in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro con indicazione della data di adozione del DVR e del responsabile della sicurezza

  • indicazioni sulla conformità dell’attività alla normativa di prevenzione incendi

  • indicazioni sulla conformità dell’attività alla normativa ambientale relative:

  • alla tipologia degli scarichi prodotti dall’attività

  • alla presenza di emissioni in atmosfera e loro tipologia

  • alla di fonti di emissioni sonore e indicazione misure di prevenzione

  • descrizione ciclo produttivo/lavorazione (solo per le attività alimentari e le lavorazioni insalubri)

  • elencazione materie prime utilizzate, dei prodotti finiti e degli scarti di lavorazione (solo per le attività artigiane e per le lavorazioni insalubri)

  • elencazione delle attrezzature (solo per le attività artigiane e le lavorazioni insalubri)

  • descrizione modalità smaltimento dei rifiuti (solo per le attività artigiane e le lavorazioni insalubri)

  • rispondenza attività ai parametri (parcheggio, impatto urbanistico, occupazione, ecc) previsti dalla Legge Regione Campania 1/2014 (solo per Esercizi Speciali di Vendita di ingombranti, Medie e Grandi Strutture di vendita, Centri Commerciali ecc.)

5. planimetria quotata in scala 1/100 a firma di tecnico abilitato dello stato dei luoghi con lay-out di arredi, macchinari, attrezzature, deposito, servizi, il circuito degli scarichi e dell'approvvigionamento idrico (DA PRODURRE SOLO OVE NON ESCLUSO DALLA MODULISTICA REGIONALE/NAZIONALE)

6. autocertificazione/assimilazione/autorizzazione scarichi a quelli domestici (Regolamento Regione Campania n. 6/2013) (DA PRODURRE SOLO OVE NON ESCLUSO DALLA MODULISTICA REGIONALE/NAZIONALE)

7. documentazione (autocertificazione/comunicazione/perizia di tecnico abilitato in acustica) previsionale impatto acustico (DA PRODURRE SOLO OVE NON ESCLUSO DALLA MODULISTICA REGIONALE/NAZIONALE)

8. documentazione attestante la piena disponibilità dei locali (DA PRODURRE SOLO OVE NON ESCLUSO DALLA MODULISTICA REGIONALE/NAZIONALE)

9. notifica per la registrazione sanitaria Reg.CE 852/2004 art. 6 (SOLO PER IL SETTORE ALIMENTARE E LE ATTIVITÀ LA SANITÀ PUBBLICA VETERINARIA)

10. copia documento di riconoscimento del titolare/legale rappresentante e di tutti coloro che hanno rilasciato autocertificazioni apponendo firma autografa

11. procura speciale rilasciata all'intermediario per l'invio/sottoscrizione digitale dei documenti (o per il solo invio o per la sola sottoscrizione)

12. distinta riepilogo pratica (prevista dall'allegato tecnico al DPR 160/2010) in formato .XML

13. diritto d'istruttoria dovuto al SUAP da versare sul c.c.p. 22962807 intestato al comune di Giugliano in Campania . Servizio Tesoreria (di importo corrispondente alle vigenti tariffe comunali, pubblicate nella sezione "diritti SUAP" del sito) e dei diritti di istruttoria eventualmente dovuti da Enti terzi (es. ASL, ATO 2 Napoli Volturno, Regione Campania, Comando Provinciale dei VVF)













AMPLIAMENTO SUPERFICI DESTINATE ALL'ESERCIZIO DELL'ATTIVITA'

1. autocertificazione antimafia resa ai sensi dell’art. 67 del D.Lgs. n. 159/2011 indicante i familiari/alloggiati maggiorenni conviventi. L’autocertificazione deve essere resa dal titolare dell’attività (in caso di imprese individuali), dai componenti del CdA, dai sindaci, dai procuratori, dai soci di maggioranza (nel caso di società), dal preposto/direttore tecnico (SEMPRE OBBLIGATORIO)

2. dichiarazione sostitutiva di certificazione di iscrizione alla CCIAA attestante la corrente composizione della compagine societaria, l'esistenza di sindaci, procuratori, il riparto delle quote sociali (DA PRODURRE SOLO IN CASO DI ATTIVITA' ESERCITATA IN FORMA SOCIETARIA)

3. autocertificazione possesso dei requisiti professionali (ove previsti) con indicazione delle informazioni necessari per l’effettuazione delle verifiche d’ufficio (es. numero registro e convalida rilasciati dalla regione) (SOLO OVE RICHIESTO DA NORME DI SETTORE, ES. SETTORE ALIMENTARE, ACCONCIATORI, ESTETISTI, AUTORIPARATORI)

4. relazione tecnica a firma di tecnico abilitato dei locali (DA PRODURRE SOLO OVE NON ESCLUSO DALLA MODULISTICA REGIONALE/NAZIONALE) recante:

  • l'area interessata oggetto di ampliamento

  • le modalità di realizzazione dell'ampliamento

  • descrizione caratteristiche costruttive dei locali

  • indicazione delle superfici destinate all’esercizio dell’attività, ai servizi e della superficie complessiva

  • data rilascio e nominativo impiantista che ha rilasciato le dichiarazioni conformità degli impianti presenti nei locali

  • indicazioni sulla conformità dei locali alla normativa urbanistica ed edilizia:

  • indicazione n. e data dei titoli abilitativi edilizi ei locali

  • indicazione n. e data certificato di abitabilità/agibilità dei locali/dichiarazione di agibilità

  • indicazione della destinazione d’uso assentita dall’Ente

  • indicazione coincidenza tra quanto accatastato e lo stato dei luoghi

  • indicazioni sulla conformità dei locali alla normativa igienico-sanitaria

  • indicazioni sulla conformità dell’attività alla normativa in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro con indicazione della data di adozione del DVR e del responsabile della sicurezza

  • indicazioni sulla conformità dell’attività alla normativa di prevenzione incendi

  • indicazioni sulla conformità dell’attività alla normativa ambientale relative:

  • alla tipologia degli scarichi prodotti dall’attività

  • alla presenza di emissioni in atmosfera e loro tipologia

  • alla di fonti di emissioni sonore e indicazione misure di prevenzione

  • descrizione ciclo produttivo/lavorazione (solo per le attività alimentari e le lavorazioni insalubri)

  • elencazione materie prime utilizzate, dei prodotti finiti e degli scarti di lavorazione (solo per le attività artigiane e per le lavorazioni insalubri)

  • elencazione delle attrezzature (solo per le attività artigiane e le lavorazioni insalubri)

  • descrizione modalità smaltimento dei rifiuti (solo per le attività artigiane e le lavorazioni insalubri)

  • rispondenza attività ai parametri (parcheggio, impatto urbanistico, occupazione, ecc) previsti dalla Legge Regione Campania 1/2014 (solo per Esercizi Speciali di Vendita di ingombranti, Medie e Grandi Strutture di vendita, Centri Commerciali ecc.)

5. planimetria quotata in scala 1/100 a firma di tecnico abilitato dello stato dei luoghi con lay-out di arredi, macchinari, attrezzature, deposito, servizi, il circuito degli scarichi e dell'approvvigionamento idrico (DA PRODURRE SOLO OVE NON ESCLUSO DALLA MODULISTICA REGIONALE/NAZIONALE)

6. autocertificazione/assimilazione/autorizzazione scarichi a quelli domestici (Regolamento Regione Campania n. 6/2013) (DA PRODURRE SOLO OVE NON ESCLUSO DALLA MODULISTICA REGIONALE/NAZIONALE)

7. documentazione (autocertificazione/comunicazione/perizia di tecnico abilitato in acustica) previsionale impatto acustico (DA PRODURRE SOLO OVE NON ESCLUSO DALLA MODULISTICA REGIONALE/NAZIONALE)

8. documentazione attestante la piena disponibilità dei locali (DA PRODURRE SOLO OVE NON ESCLUSO DALLA MODULISTICA REGIONALE/NAZIONALE)

9. notifica per la registrazione sanitaria Reg.CE 852/2004 art. 6 (SOLO PER IL SETTORE ALIMENTARE E LE ATTIVITÀ LA SANITÀ PUBBLICA VETERINARIA)

10. copia documento di riconoscimento del titolare/legale rappresentante e di tutti coloro che hanno rilasciato autocertificazioni apponendo firma autografa

11. procura speciale rilasciata all'intermediario per l'invio/sottoscrizione digitale dei documenti (o per il solo invio o per la sola sottoscrizione)

12. distinta riepilogo pratica (prevista dall'allegato tecnico al DPR 160/2010) in formato .XML 

13. diritto d'istruttoria dovuto al SUAP da versare sul c.c.p. 22962807 intestato al comune di Giugliano in Campania . Servizio Tesoreria (di importo corrispondente alle vigenti tariffe comunali, pubblicate nella sezione "diritti SUAP" del sito) e dei diritti di istruttoria eventualmente dovuti da Enti terzi (es. ASL, ATO 2 Napoli Volturno, Regione Campania, Comando Provinciale dei VVF)





CESSAZIONE ATTIVITA’

1. notifica per la registrazione sanitaria Reg.CE 852/2004 art. 6 (SOLO PER IL SETTORE ALIMENTARE E LE ATTIVITÀ LA SANITÀ PUBBLICA VETERINARIA)

2. copia documento di riconoscimento del titolare/legale rappresentante e di tutti coloro che hanno rilasciato autocertificazioni apponendo firma autografa

3. procura speciale rilasciata all'intermediario per l'invio/sottoscrizione digitale dei documenti (o per il solo invio o per la sola sottoscrizione)

4. distinta riepilogo pratica (prevista dall'allegato tecnico al DPR 160/2010) in formato .XML 

5. diritto d'istruttoria dovuto al SUAP da versare sul c.c.p. 22962807 intestato al comune di Giugliano in Campania . Servizio Tesoreria (di importo corrispondente alle vigenti tariffe comunali, pubblicate nella sezione "diritti SUAP" del sito) e dei diritti di istruttoria eventualmente dovuti da Enti terzi (es. ASL, ATO 2 Napoli Volturno, Regione Campania, Comando Provinciale dei VVF)